Daniele Radini Tedeschi

Daniele Radini Tedeschi, storico dell’arte, critico e curatore, è nato a Roma e si è laureato in Storia dell’arte moderna all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” discutendo la tesi dal titolo L’estetica del simile e del peggiore nella pittura del Seicento.

Direttore del Padiglione Nazionale Guatemala alla 56°Edizione della Biennale di Venezia, è stato confermato dal Ministro della Cultura del Guatemala, nell’anno 2017, nuovamente curatore presente alla 57°Edizione della Biennale di Venezia.

Ha pubblicato rilevanti contributi sul Caravaggio, tra i quali “Caravaggio. Il corpus filologico completo indagato attraverso simboli e ideali” e “Caravaggio o della Vulgata”.

È considerato a livello internazionale un profondo conoscitore del pittore Giovanni Antonio Bazzi detto il Sodoma, artista di cui ha pubblicato la monografia con catalogo ragionato ed inventario delle opere. Il libro sul Sodoma ha partecipato alla Fiera del Libro di Francoforte, è stato adottato all’Università degli Studi La Sapienza di Roma (L-ART/02) e acquistato dai più importanti atenei stranieri.

È apparso spesso in trasmissioni televisive nazionali per illustrare rinvenimenti di quadri e di antichi manufatti. È stato insignito a Napoli del Ad Haustum Doctrinarum per Alti Meriti nel campo della Storia dell’Arte (con il Patrocinio dei Beni Culturali e della Rai).

Tra le conferenze più significative, da lui tenute, di natura istituzionale, si segnalano: “Sodoma nel suo V Centenario a Villa Farnesina” convegno ospitato dall’Accademia Nazionale dei Lincei e New Caravaggio. Riflessi e riflessioni, convegno svolto presso l’Accademia Nazionale di San Luca. Inoltre è Vicepresidente del Comitato per le Celebrazioni del Sodoma, ente presieduto dal Prof. Claudio Strinati; è Coordinatore dell’Archivio Sodoma; nel 2011 è stato Correlatore di tesi presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

 

esposizione-triennale-roma-daniele-radini-tedeschi-foto

Daniele Radini Tedeschi